Foreword / Premessa

Il primo luglio 2016, il Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani ha adottato una Risoluzione sulla Salute Mentale ed i Diritti Umani, sottolineando che “le persone con problematiche di salute mentale o disabilità psicosociali, ed in particolare le persone che utilizzano i servizi di salute mentale, possono essere soggette, tra l’altro, a discriminazioni diffuse, stigma, pregiudizio, violenza, esclusione sociale e segregazione, istituzionalizzazione illegale o arbitraria, iper-medicalizzazione  e pratiche di trattamento che non rispettano la loro autonomia, volontà e preferenze” (leggi tutto)

On 1 July 2016, the UN Human Rights Council adopted a Resolution on Mental Health and Human Rights, highlighting that “persons with mental health conditions or psychosocial disabilities, in particular persons using mental health services, may be subject to, inter alia, widespread discrimination, stigma, prejudice, violence, social exclusion and segregation, unlawful or arbitrary institutionalization, over-medicalization and treatment practices that fail to respect their autonomy, will and preferences” (read more)