Partecipazione, cittadinanza e processi di riforma in Italia e nel mondo a 40 anni dalla legge 180
Conferenza dei soggetti e delle organizzazioni per il cambiamento

Participation, citizenship and reform processes in Italy and worldwide 40 years after law 180
Conference of collective subjects and organizations for change

Evento organizzato dal DSM–ASUI Trieste e dalle Associazioni e Cooperative Sociali del territorio

Organized by Mental Health Department ASUI Trieste and Associations and Social Cooperatives of the territory

  • Le Politiche, tra leggi, diritto e diritti della persona/ Policies, among legislations, Laws and personal rights
  • I Servizi, da sanità / cura a promozione della salute mentale di comunità/Services, from health / care to Community Mental Health promotion
  • I Poteri, da escludenti ad inclusivi/Powers, from excluding to including
  • Le Disuguaglianze, tra determinanti sociali, bisogni e diritti sociali da realizzare/Inequalities, among social determinants, needs and social rights to be realized

Evento organizzato all’interno della:

Franca and Franco Basaglia International School & Conference

 

Le riprese del convegno (VIDEO)

Il primo giorno:

Giovedì 21 giugno: un bilancio (guarda i video)

Cambi di Paradigma Roberto Mezzina

La legge 180 e l’allargamento dei diritti. Coordina Massimo Cozza. Conversazione con: Daniele Piccione, Silva Bon, Franco Rotelli

Le radici e le testimonianze. Coordina Daniele Pulino. Conversazione con: Michele Zanetti, Don Mario Vatta, Mario Novello, Alberta Basaglia, Marco Bertoli, Gisella Trincas, Peppe Dell’Acqua, Ivan Brajnik (Cooperativa Lavoratori Uniti Franco Basaglia)

L’influenza internazionale della riforma italiana. Coordina Antonello D’Elia

Tra politiche e diritti: lo scenario internazionale. Jolijn Santegoeds (WNUSP): CRPD e Salute Mentale. Josè Caldas de Almeida: politiche europee. John Jenkins: Italia e UK – il completamento delle riforme

Rilancio delle riforme in Europa. L’alleanza del sud. Theodoros Megaloeconomou (Grecia), Josè Leal (Spagna), Massimo Marsili (Francia), Josè Caldas de Almeida (Portogallo)

Il Sudamerica e la riforma italiana. Maria Graciela Iglesias (Argentina), Rossana Seabra Sade (Brasile)

Open Dialogue come trasformazione del sistema di cure. Coordina Pina Ridente. Conversazione con Jaakko Seikkula: l’esperienza finlandese

 (guarda i video)

Il secondo giorno:

Venerdì 22 giugno: Partire dall’oggi (guarda i video)

Lo stato dei serviziCoordina Fabrizio Starace. Conversazione con: Mauro Asquini, Angelo Fioritti, Edoardo De Ruggeri, Carlo Minervini per “Rompiamo il Silenzio”, Gisella Trincas, Paolo Peloso, Elisabetta Rossi

Per un nuovo welfare di comunitàCoordina Gian Luigi Bettoli. Conversazione con: Raffaele Barone, Ranieri Zuttion, Nino Maone, Ilario Volpi, Federico Russo, Luciano Carrino, Franco Rotelli, Paolo Molinari, Nino de Mattia

La deistituzionalizzazione oggi e la rete delle buone pratiche nel mondoCoordina Renzo Bonn. Le nuove riforme nazionali: l’Est Europa che riparte? Jan Pfeiffer (Repubblica Ceca), Nadja Čobal e Vito Flaker (Slovenia), Ladislav Lamza (Croazia), Vladimir Jovic (Serbia), Zsofia Szonyi e Zsusanna Szollar (Ungheria)

Il ruolo della cooperazione sociale. Michela Vogrig

Global Mental HealthSashi Sashidharan (UK– India), Janice Cooper (Liberia), Asad Ramlawi (Palestina)

I network per le riformeCoordina Gabriele Rocca (WAPR). Jan Berndsen: Mental Health Europe (MHE), Rene Keet: World Association for Psychosocial Rehabilitation (EuComs), John Jenkins: International Mental Health Collaborating Network (IMHCN), Katerina Nomidou: Gamian Europe

(guarda i video)

Il terzo giorno:

Sabato 23 giugno: Verso la salute mentale di comunità (guarda i video)

Il futuro: politiche, leggi e diritti. La Salute Mentale in Italia e in Europa: stakeholders empowerment. Coordina Teresa Di Fiandra. Tavola rotonda con: Angelo Barbato, Nel Anxelu González Zapico

Conclude Melita Murko: presentazione del piano regionale dell’OMS su Salute Mentale, diritti umani e standard di cura

Verso la Coercizione ZERO

Coordina Roberto Mezzina. Conversazione con: Jolijn Santegoeds, Giampiero Griffo, Gabriele Rocca, Sashi Sashidharan

Conclusioni

(guarda i video)

Le giornate/The days

Per tutta la durata del Convegno:

Padiglione Z

Mostra fotografica Leros  – il mio viaggio

(orario di apertura 16.30 – 18.30)

Alla fine degli anni Ottanta una giovane fotografa sufficientemente sprovveduta, adeguatamente incosciente per essere in grado di infiltrarsi in luridi meandri di un lager insulare ruba cento scatti all’omertà, al nascondimento, alla vergogna di un paese, di una cultura, di una professione …  (read more)

 

Padiglione M

Oltre il Giardino, dal manicomio alla salute dei territori

(orario di apertura 11.00 – 14.00)

Archivio interattivo dedicato alla storia che dal manicomio ha portato all’avvio e allo sviluppo sul territorio di una rete di servizi per la salute e non solo della psichiatria. Questa complessa vicenda, che dal 1908 spazia fino ai giorni nostri, rivive attraverso una raccolta di materiali d’epoca e d’attualità (read more)

 

Lister Sartoria Sociale

Nel nostro atelier si svolgono attività di sartoria, maglieria e arredo utilizzando materiali di recupero.

La sartoria è anche il nostro principale punto di vendita.

Officina Samos, laboratorio di ceramica

(orario di apertura 11.00 – 18.00)

Il nuovo laboratorio di ceramica artigianale della Cooperativa Duemilauno-Ag. Soc. Attraverso le classiche tecniche della ceramica produce oggetti in terracotta smaltata. Promuove l’artigianato artistico e favorisce l’inclusione sociale.

E, dal pomeriggio:

laboratorio creativo multimediale Head Made Lab

laboratorio creativo Il Cappello Pensatore

Inoltre:

 

La dispensa delle Follie, prodotti tipici pugliesi, a cura della cooperativa foggiana Tutti in Volo,

 

Spazio Vele

Lo Spazio Vele, l’area attrezzata nello spazio retrostante al Teatrino di San Giovanni, sarà a disposizione di tutti i convenuti come luogo di ritrovo, di conversazione, di riposo.

L’area dove, tra le altre cose, dalle 12.30 alle 14.00 verranno distribuiti i lunch box

Giovedì 21 giugno

08.00 – 09.00

Direzione del Dipartimento di Salute Mentale, via Weiss 5, Parco di San Giovanni

Registrazione dei partecipanti / Registration of the partecipants

Partecipazione, cittadinanza e processi di riforma in Italia e nel mondo a 40 anni dalla legge 180. Conferenza dei soggetti e delle organizzazioni per il cambiamento

(vedi il programma)

Participation, citizenship and reform processes in Italy and worldwide 40 years after law 180. Conference of collective subjects and organizations for change

(see the programme)

 

Dalle 12.00, nello spazio antistante il Teatrino, preparazione e creazione del Marco Mandala, mandala di sale colorato, ispirato alla figura di Marco Cavallo – Laboratorio gratuito aperto a tutti. A cura dell’Associazione Nidra, in collaborazione con la Comunità Bosco di Museis.

Spazio Vele

dalle 15.00:

Banchetto informativo dell’associazione sportiva Samarcanda

Area benessere, a cura delle associazioni Arià e Club Zyp

Tavolo “Sconfinamenti” presentazione e distribuzione gratuita del volume “Peer to peer”, percorsi di Peer Support Workers, a cura di Duemilauno Ag. Soc., in collaborazione con Articolo 32

Passeggiate nel Parco di San Giovanni

  • Ore 16.00 – 17.00 una passeggiata nel parco di San Giovanni: storia, arte e cultura di un ex manicomio. Visita in lingua italiana
  • Ore 17.00 – 18.00 una passeggiata nel parco di San Giovanni: storia, arte e cultura di un ex manicomio.  Visita in lingua inglese

Vista gratuita, prenotazione obbligatoria presso il Bookshop della Cooperativa la Collina al Teatrino di San Giovanni. Massimo 20 persone. Ritrovo davanti il Teatrino.

Ore 18.30

Presentazione de La rivoluzione dentro. Per i quarant’anni della legge 180 (nr. 23 Biblioteca dell’Ippogrifo) Ne parleranno, con il curatore Francesco Stoppa, Fabiana Martini, Peppe Dell’Acqua e Mario Colucci (vedi altro)

 

Sotto al Glicine del Padiglione M:

dalle 18.00, AmpiSpazicreativi, progetto musicale a cura delle associazioni Arià e Club Zyp

 Venerdi’ 22 giugno

Spazio Vele

dalle 15.00

Tavolo “Sconfinamenti” presentazione e distribuzione gratuita dei volumi “Nisi”, parte prima e parte seconda, a cura di Duemilauno Ag. Soc., in collaborazione con Articolo 32

Passeggiate nel Parco di San Giovanni

  • Ore 16.00 – 17.00 una passeggiata nel parco di San Giovanni: storia, arte e cultura di un ex manicomio. Visita in lingua italiana
  • Ore 17.00 – 18.00 una passeggiata nel parco di San Giovanni: storia, arte e cultura di un ex manicomio.  Visita in lingua inglese

Vista gratuita, prenotazione obbligatoria presso il Bookshop della Cooperativa la Collina al Teatrino di San Giovanni. Massimo 20 persone. Ritrovo davanti il Teatrino.

dalle 18.00

Presentazione del libro Basaglia e le metamorfosi della psichiatria di Piero Cipriano (Elèuthera ed, 2018) a cura dell’associazione culturale Charta Sporca, in collaborazione con Duemilauno Ag. Soc.
Insieme all’autore ne parleranno Giovanna Del Giudice, Alessia De Stefano e Anna Sardo (read more)

 

Sabato 23 giugno

Spazio Vele

dalle 15.00

Tavolo “Sconfinamenti” presentazione e distribuzione gratuita del volume Morire di classe”, di Carla Cerati e Gianni Berengo Gardin, a cura di Duemilauno Ag. Soc., in collaborazione con Articolo 32

Dalle 18.00

La Festa del Falò di San Giovanni

La festa (vedi il programma) – in calendario, nel parco omonimo, a partire dal 1979, ogni 23 giugno – è una iniziativa percepita quale particolare “valore d’uso culturale” a cui  molti cittadini si sentono legati.

Qualcuno riflette su questo senso di appartenenza: l’evento è percepito come l’epica festa primigenia del luogo liberato dall’obbrobrio della segregazione e restituito alla vita della comunità. Questa festa è tanto amata anche perchè, per prima, viene identificata e ricordata quale ricorrente iniziativa pubblica che sancisce l’integrazione dell’ex manicomio con la città, non un mero fatto folkloristico, bensì un esemplificativo “modus operandi” al servizio della salute mentale della collettività: un tradizionale  momento d’incontro, un aperto e vivace  laboratorio di scambi e convivenze, alla semplice luce del fuoco e della luna, nel verde profumato dai fiori, alla ricerca di un possibile benessere comune.

L’accensione del fuoco si è dovuta, da vari anni, limitare in spazi molto più ridotti degli originali, adattando le dimensioni del falò a valore simbolico e sacrificando l’evocatività del grande cerchio umano danzante intorno ad esso. Facendo di necessità virtù, ci si è inventati via, via piccole o grandi creazioni fantasiose o fantastiche, caricate di significati, a volte, semplicemente  attraverso la  personalizzazione di foglietti contenenti  invocazioni, sogni, speranze, paure, desideri… una sorta di “affido al totem”, nell’archètipo del rito condiviso; segnali di riconoscimento nel momento d’incontro nella festa inteso come uno fra gli elementi, non ultimo anche quello empatico, fondanti processi costitutivi d’identità soggettiva e sociale.

Quest’anno la festa sarà ispirata al quarantennale della legge 180, proporrà estratti dagli scritti di Basaglia stesso e di sua moglie Franca Ongaro, oltre ad allestimenti, opere artistiche e gigantesche immagini video-fotografiche create e dedicate dai laboratori che operano nel Centro Diurno Diffuso.

Unitamente alle esecuzioni che allieteranno la manifestazione con la loro musica dal vivo, numerosi i gruppi di danza che omaggeranno l’evento con la loro presenza.

L’ingresso è previsto in forma libera e gratuita.

Per concludere: pioggia e vento permettendo, buon Falò!

 

Tutti gli eventi collaterali sono stati realizzati in collaborazione con /  All the event is organized in collaboration with:

Associazione Club Zyp, Associazione Arià, Associazione Franco Basaglia, Associazione Samarcanda, Associazione Charta Sporca, Officina Samos, Lister Sartoria Sociale, Gruppo di protagonismo Articolo 32, Head Made Lab, associazione Tutti in volo, associazione Nidra, La Collina Soc. Coop, Duemilauno Agenzia Sociale, Coop Lavoratori Uniti F. Basaglia, Coop. Monte San Pantaleone